€29.00

Categorie: , . Etichette , .

Descrizione prodotto

Gigondas 2014

TIPOLOGIA: Vino rosso secco

DENOMINAZIONE: Gigondas Contrôlée

VITIGNO: Grenache in percentuale superiore, Syrah, Cinsault e Mourvèdre

CARATTERISTICHE DEL SUOLO: Costituito da base sabbiosa e da arenaria granitica e alluvionale

VENDEMMIA E VINIFICAZIONE: Raccolta manuale a maturazione.

Vinificazione tradizionale con rimontaggi quotidiani.

AFFINAMENTO: Una parte del vino viene invecchiata in fusti di quercia prima di essere assemblata

con il resto della cuvée. Imbottigliamento dopo 12/16 mesi di affinamento

COLORE: rosso rubino

PROFUMO: potente e fine, confettura di fragola, pepe

SAPORE: attacco floreale, tannico e speziato

Michel Chapoutier iniziò il suo percorso nel vino a 26 anni.

Appassionato autodidatta e curioso visionario, apportò alla cantina un nuovo approccio e forti ambizioni.

Un’idea del vino che presto divenne onnicomprensiva: “Wine-grower, wine-maker and wine lover”.

La scelta che fece segnò una rottura con i principi ed i pregiudizi del passato.

Una questione di audacia e convinzione; convinzione che condivise con il suo giovane team.

Elemento essenziale e scelta emblematica allo stesso tempo:

Michel decise di cambiare il comune gusto associato alla Maison M. Chapoutier,

evitando così di coltivare un unico “signature taste”, concentrandosi invece nel far emergere le differenze e

le caratteristiche specifiche di ogni singolo terroir.

Sin dalla sua infanzia Michel ha conservato le fragranze e i profumi provenienti da diversi terroirs

che contribuirono a far crescere in lui aspirazioni e passioni.

Profumi provenienti anche dai suoi viaggi e incontri con altri paesi e differenti culture.

Questo fu per lui un singolare processo d’iniziazione e d’apprendimento per apprezzare appieno le diversità,

le ricchezze e la sottigliezza del vino.

L’idea essenziale fu l’importanza centrale del terroir e la sua massima espressione nel vino.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni. Be the first to write one.

Scrivi la prima recensione per “Gigondas 2014 – M. CHAPOUTIEUR”